Press "Enter" to skip to content

ARGO N. 2_Yahis Martari: «Preludio»

Ti Giuno

 

Quando ho scritto questo articolo (uno dei primissimi) avevo vent’anni e una forte sensazione: mi pareva che tutta l’istituzione accademica e scolastica muovesse in un circo di autorità e pregiudizi logori. Oggi non lo penso più e se dovessi riscrivere un pezzo ugualmente ludico sullo stesso tema lo farei in modo sicuramente diverso; ma a rileggere queste poche frasi mi rendo conto che i miei interessi non sono in fondo cambiati di molto: la retorica del pop, la pragmatica della comunicazione, la babele dei registri… E poi mi piace pensare che non ho perduto quello stesso gusto per la provocazione e per una certa anarchia incantata della parola: questo è quanto basta per non rinnegare affatto quel passato, anche se lontano.

(Yahis Martari, 19,02,2004)

 

PREMESSA
Topoi: Bisogna contestualizzare con patos ad libitum, per la problematizzazione intellettuale di una coscienza critica; certo, bisognerebbe aver letto tutto Kant (si tratta di un topos) per la forma mentis / quo usque tandem, titiretupatulè, con plasticità, dinamismo, metodologia (mai metodo!) socio-culturale; tre in matematica e zero in ginnastica.

POLITICAMENTE SCORRETTO
Napoli: Sul treno un partenopeo mi inchioda al sedile, mi parla di Gigi d’Alessio per un quarto d’ora e poi tre ore intere di Napoli del Napoli del cuore della pizza dei motorini del mare che loro sono più amici e si sta meglio e la povertà non esiste e ogniscarrafonebbelloammammasoia.

Perpar Condicio: Un barotto mi squadra e tace da più di un’ora. E nel suo silenzio ostile sento muggire le sue mucche e rappare le sue rape. Ci vedo le fabbriche i finanziamenti la Nebbia, il Triangolocommerciale il Camperunavoltallanno, Cortina a un paio d’ore, la Bagnacauda e il vino che lascia ancora la camicia. E se alzassimo ancora di più le quote del latte?

LA COMUNICAZIONE
I libri della mia vita: Me moried al sottosuolo. Tra liberty e crapuloneria. MinimamoraliAdornoSenonlihailettinonpuoicapireniente. ComenonhailettoBacchim, Bactrim, Bantim… . La ricerca di Prust, non meno della mia di seconda media sui vulcani. Labirintus. Ilferroniguglielmino. Tutto AuerbacFoierbacBac… Mah!

160: Mi dispiace,non ti amo +;non so come dirtelo in 160 caratteri spazi inclusi,ma ho deciso di lasciarti.Ti spieghero’meglio alla prossima generazione telefonica!!

DOGMATISMI
Gente di facili costumi: Bisogna temere il reiterarsi dell’errore-dolore, più che l’errore-dolore. Una lama in una ferita aperta fa più male della ferita in sé. Il dolore non serve a conoscere niente, e se anche si conosce qualcosa, si stava meglio ignoranti. Si sta sempre meglio ignoranti.

Il silenzio è doro: […]

AUTOSTROFI
Fobia apocalittico-qualunquindividualista: Sarò l’unico a morire. La storia è un’invenzione drammatica di Tuttiglialtri. Nessuno è mai morto. Non nasce nessuno. Io sono l’unico essere imperfettivo che caricherà quella carogna di Caronte. E sarà un matrimonio senza testimoni.

Ossessioni: Barba Pizzo Pizzetto
Mosca Baffo Basetta
Coito Malanno Bolletta
Sonno Promosso! NonLetto

APOSTROFI
Hai una sigaretta?: Non sono il solito drogato, davvero, ho bisogno di 500 Lire devo prendere il treno. Ti invito a una serata, è giovedì, hai qualcosa contro gli extossicodipendenti, compra un braccialetto, ti interessa la stampa comunista-Bisogna occupare-stiamo facendo un’indagine di mercato, con noi troverai amici e una stanza da 200 mila Lire al mese.

Misoginia: Ci sono donne che sottolineano storto anche usando il righello. E poi scrivono Anto ti amo al centro della pagina. Ma cosa fanno la notte? Eppure il righello deve avere una qualche utilità, visto che quell’”interpretazione dei sogni” fa venire il mal di mare.

CONCLUSIONE
Bando di cattura: Scrivere e divulgare scempiaggini di questo genere, è un’ offesa che colpisce non solo il mezzo di comunicazione violentato da tale barbarie, ma l’intera piramide culturale fino ai suoi più alti vertici. Massimo burocrate del sapere merciglobalizzato, il venezuelano Pablo Bonolìs de Finìn Vest, ha invitato a non cedere al facile allarmismo di una certa politica di sinistra, garantendo che verranno presi seri provvedimenti contro l’Autore di questo patetico tentativo di mistificazione nostalgico-avanguardistica.

Condividi