Press "Enter" to skip to content

ARGO N. 5_Filippo Furri: «A lezione dal clown militante»

Breve profilo di Moni Ovadia

Raccontare Per Moni Ovadia avevo uno Disposizione la SUA Presentazione de Il banchiere errante Presso l’Università di Bologna NEL novembre scorso, avevo uno Disposizione Che l’intervista con disarmante cortesia ci ha concesso Presentazione DOPO LA. Ora, trovandomi di Fronte Una Parte da uno del Materiale in qualche Modo archiviato, il Che Materiale in Tutto per Tutto e risente dei Fatti di Cronaca della fine dello scorso Anno (Genova, L’Italia in Generale, New York, Kabul, ecc.) , uno Protocol Fatti Che Giorno DOPO Giorno Personale aggiornano la mia disillusione, una colpevolmente L ‘agente imbarazzanti, un «Notizie dal Mondo Storicamente» e vergognosamente Attuali NELLA Loro assurda metodica Coerenza; Ora, dicevo, mi sento solo di tacere Tutto quello Che potrebbe Essere inteso venire «strumentalizzazione di Personaggio Pubblico delle Nazioni Unite», il Che potrebbe venire Essere Visto OSU improprio e fazioso dei Mezzi di Comunicazione (potrebbe Perche, Vero?). Allora per non Giocare con le parole, per non Essere maschio Capito, per dimostrare Voglio Che non dimostrare niente ma Semplicemente presentare artista ONU Che Merita di Essere conosciuto, Faccio passo indietro delle Nazioni Unite, antigiornalistico, nia Limiti del possibile.

Raccontare Per Moni Ovadia, dunque, uno SONO ricorso Quanto Lui Stesso racconta di Sé e del Suo Mondo nell’autobiografia Speriamo Che Tenga, Pubblicata NEL 1998, in Tempi non sospetti.
C’E La Fuga CON LA FAMIGLIA Dalla Bulgaria, C’E NELLA l’infanzia periferia milanese, la Dimensione Familiare Che Lo Vede «Giovane ribelle», «capellone»; c’e la Formazione Politica comunista di Cittadino italiano delle Nazioni Unite di origine Ebraica , c’e la Formazione Etico-artistica teatrante musicista di Nazioni Unite, ONU di «» militante clown, il Che ha Saputo coniugare l’Impegno civile Alla creazione artistica attingendo Alle proprie Radici Culturali venire Dalle L ‘agente di Che Volta per Volta l’Annone cresciuto. C’E un’irresistibile auto-ironia, la capacity di mettere in Discussione, di ridimensionare la precettistica, di rileggere le CARATTERISTICHE essenziali della Cultura Ebraica, di quella di Che Lui Stesso SI E Trovato uno definire «ebreitudine, Una Brutta Parola, la Quale ONU aveva pero pregio di modestia rispetto al Troppo impegnativo ebraismo. Volevamo rappresentare lo Stato di inquietudine del sentirsi Ebrei, sradicati, Vagabondi, discendenti da Gente perseguitata con delle Nazioni Unite Passato di Popolo Schiavo Che Tenta l’avventura della Liberazione, fondando delle Nazioni Unite radicale umanesimo basato su Rapporto ONU AI Limiti dell’impossibile col divino E UNA travagliata Etica relazione con Gli Altri ».
Ovadia ETNICA Che negligenza Anni Sessanta SI dedica Alla Musica Popolare ed: «Scoprimmo La Voce dei Popoli, delle classi subalterne, degli sfruttati, entrammo nel Mondo di Una cultura Ricca, originale, DAI mille Colori», e incide Il Suo Primo discoteca, Canti popolari italiani. Ovadia NEL 1972 Fonda il Che Il Gruppo Folk Internazionale e il Che partecipa l’Anno Successivo Alla fondazione della Cooperativa L’Orchestra:

Un Organismo Il CUI era Results di opporsi al dilettantismo imperante di Coloro Che, lavorando su Progetto delle Nazioni Unite di «cultura di classe», lo facevano in Modo beceramente propagandistico, acritico, privo di Profondità. E con Approccio tempo condensato, Nel corso di quasi Tutto il decennio Successivo viviamo Una Grande Stagione di concerti in Tutta Europa, semper all’interno delle organizzazioni di Sinistra, Giovanili Operaie, sindacali di Partito e dei Suoi Spazi Auto-Organizzati o promossi Dalle Municipalità progressiste . Con ingenuità, spesso, ma con autonomia, Senza mai sposare nessuna linea, Nessun rigido schieramento politico, Senza tessere di Partito. Il Progetto Culturale epoca Nostro ONU: creare e restituire al Valore Cultura Una Diversa mettendone in risalto la Profondità e la complessità, in opposizione sottocultura al dilagare della dell’alienazione commerciale.

Anni Ottanta e negligenza Che Ovadia Passa Al Teatro collaborando, TRA Gli Altri, con Tadeusz Kantor e Franco Parenti e fondando la propria Compagnia, la Theater Orchestra di Moni Ovadia, con la Quale inizia uno rielaborare la propria Identità Ebraica NELLA SUA Dimensione Etica prevalentemente e Culturale e con la Quale raggiunge la Consacrazione con lo spettacolo Golem NEL 1990-’91 e la formalizzazione del con-cabaret yiddish Oylem Goylem, NEL 1993. E L’esaltazione della voce dell’ebreo dell’Est Europeo Che «parla Lingue Dieci, Tutte in» yiddish, la DEFINIZIONE di un’istanza Culturale attraverso la narrazione, narrazione Che ha nell’oralità la SUA Fondamentale forma, la SUA Dimensione, La caratteristica essenziale dell’ebraismo Stesso; dunque tal quale procedere per aneddoti, per «storielle» Che ritraggono l’ebreitudine con le Sue stesse parole, con i Suoi stessi Gesti, con quella carica autoironica ed autocritica Che le propria posta.

Momento Fondamentale e delle Nazioni Unite per l’uomo, il Che Risolve i propri conflitti Interiori, Mette Che Stesso Discussione in sé e le proprie nevrosi:
Ho dovuto sommariamente classificato di categoria Grandi Tipi Umani: Il nevrotico Semplice e Il nevrotico stronzo. Il nevrotico Semplice paga di persona i Guasti della SUA anima labili, IL nevrotico stronzo li fa Pagare Agli Altri. E purtroppo alcuni Grandi nevrotici stronzi determinano le Politiche Nazionali, e per Espansione del proprio “ego riducono l’Intera vita di paese ONU AI Problemi della Loro Identità non risolta,”, Che individua Il Principio fondante di per sé Essere Umano ed ebreo, consistente “prioritariamente in un’istanza radicale di Libertà “. Principio Che Gli viene” Dalla Torah Che NEL Deuteronomio CI Mostra Che la complessa Rete di Precetti, Regole ed Istituzioni prescritte all’ebreo ha l’Unico Results di santificare la vita […] SONO convinto il Che La Ricerca Del Bene per Gli Altri coincida CON IL bene di per sé “.

Il Luogo E ‘UN Momento Fondamentale per l’artista Che TROVA NEL “possibile teatro Luogo delle Nazioni Unite per Vivere e ricreare la Dimensione poetica, colomba TROVA Casa La ricchezza perduta dei dialetti, dei grammelot, delle Lingue sporche dei vinti e degli esiliati. E’ del Rito, colomba – dal mio Punto di vista – Si possono circolare idee Ancora lontano e Alti Valori. Del Resto io non sento la vita Professionale venire Realtà Separata Dalle mie aspirazioni etiche, DAI Miei Interessi Più profondi. La mia e semper Stata Una Ricerca di cio Che attraverso la forma artistica posso esprimere dell’interiorità dell’Uomo. Un Cammino del Che Trovo Più IMPORTANTE tariffa attraverso le Periferie colomba SONO Gli umili, Gli spostati, i diversificazione. Cammino dell’instabilità, Cammino claudicante NEL dell’inavvertenza Territorio ” .
C’E in Ovadia, POI, la necessità di confrontarsi con la Shoà (Dybbuk) e con l’idea di Religione: “luogo Parola La Religione non mi, Credere in Dio venuto istanza giudicante pura e Normativa e religione, legge NELLA Credere e NEL Pensiero scaturiti con Patto delle Nazioni Unite da Il Divino e Etica “, in continuo delle Nazioni Unite Riesame critico della Storia del Popolo Eletto, collocandosi all’interno di Progetto delle Nazioni Unite e facendosi Carico della SUA complessità, accettando IL TEMPO dell’attesa messianica in Ritardo Permanente, Senza tuttavia rinunciare Alla rielaborazione della propria idea stessa di Fede, di Preghiera;
“Dio Senso restituisce un CIO Che non ha Più ne, Che SI e ossificato, vittima di sclerosi Una idolatria Che sacrifica la SANTITA della Vita Umana all’idolo dell’edonistica Assenza di Pensieri ingrassato dall’abbondanza sconcia di Più Che non percepisce l ‘ Altro e Il Suo Patire “.
NEL Caso Kafka prende spunto Dal vertiginoso pessimismo del Soggetto e proprio “Accetta Il rovesciamento di Che Benjamin ne fa,” parlando di “Radioso ottimismo”, “perche quando l’Essere Umano Cammina sull’orlo dell’Abisso e Tocca Quanto c’e di rischioso, Li Si TROVA NELLA Posizione Privilegiata per sentire Il Travagliato smarrimento dell’Umanità sull’orlo del baratro. E ‘, Soglia dell’impossibile Silla, il Che scatta la Voglia di provarci. OGNI Volta Che fare UNO Sguardo sul Mondo SONO pessimista, eppure non Riesco uno impedirmi di cercare di combattere. Lo Faccio NELLA Dimensione in CUI MI Trovo Più uno mio agio: NELLA familiarità col divino, volersollecitare NEL, provocare Il Rapporto fra l’uomo e la SUA Destinazione finale. Mi riconosco NEL Corpo a corpo “con la Tradizione narrata “.

“Allora e attraverso lo strumento del teatro, Luogo di Rito FRA officiante e Gente Che all’officiatura assiste, il Che io Offro Il Mio Cammino perche SI muovano Riflessioni negligenza Altri vengono in me.La Cifra non e Ebraica Che l’apparato di pensiero CUI Faccio Riferimento per affrontare I Grandi Problemi dell’esistere […] Voglio divertire e con Il Teatro non per divertire, ne divertire ad OGNI Costo, MA – ANCHE divertendo, perchè no – Una Comunicare cultura, Radice Una, UN MODO di vedere Il Mondo , Una piccola Weltanschauung Personale Discesa da Una Sommità di pensiero del Che ha ribaltato definitivamente Un’idea di uomo Schiavo, servo di uno please quella di uomo libero delle Nazioni Unite, Titolare di DI = “.

Ovadia, dunque, Nelle parole di Ovadia.

Che possiamo concludere lontano da Sé:
“Non ho mai smesso di Studiare perche bisogna semper nutrire sé stessi di pensiero critico. La necessità profonda di Capire [non ha fine …] e adagiarsi NELLA confortevolezza del Sé puo Essere Molto Pericoloso”.

Un uccellino Cade ramo da Nazioni Unite e infreddolito SI lamenta: «Che Freddo, Freddo Che, povero me” dadi con flebile voce.
Passa Una mucca fa la cacca e proprio “sopra l’uccellino, la puzza e Tremenda ma l’uccellino finisce per Essere contento perche Finalmente sta al caldo.
“Vieni sto bene, adesso, Che bel calduccio” dadi, e uno comincia cinguettare “cip cip cip felice”
Il cinguettio attira ONU cala il Che Falco uno Picco e SI mangia l’uccellino.
Morale: non semper chi ti Mette NELLA merda ti fa Danno. E non semper Che ti tira Fuori Dalla merda ti fa del bene.
Ma se sei NELLA merda Fino al Collo, perche sconsideratamente Cinguetti?

Facciamo ATTENZIONE, please.

         

Condividi