L’Italia a pezzi

Italia a pezziL’Italia a pezzi. Antologia dei poeti italiani in dialetto e in altre lingue minoritarie tra Novecento e Duemila

a cura di Manuel Cohen, Valerio Cuccaroni, Rossella Renzi, Giuseppe Nava, Christian Sinicco

ed. Gwynplaine, coll. Argo, pp. 745, € 20

Dal 10 settembre l’opera è disponibile in libreria, alle presentazioni del Tour ed è ordinabile via e-mail, scrivendo a argo@argonline.it





Rassegna stampa

Tour

Gli autori e le autrici

Sono presenti nell’antologia: Sebastiano Aglieco, Paola Alcioni, Antonella Anedda, Lino Angiuli, Mariano Bàino, Annamaria Balossini, Dina Basso, Salvo Basso, Giuseppe Giovanni Battaglia, Giuseppe Bellosi, Maurizio Benedetti, Rut Bernardi, Remigio Bertolino, Angela Bonanno, Michele Bonavero, Paolo Borghi, Mimmo Borrelli, Domenico Brancale, Luigi Bressan, Rocco Brindisi, Dome Bulfaro, Maddalena Capalbi, Pierluigi Cappello, Maurizio Casagrande, Nadia Cavalera, Rino Cavasino, Luciano Cecchinel, Biagio Cepollaro, Ombretta Ciurnelli, Pietro Civitareale, Ivan Crico, Lia Cucconi, Daniel Cundari, Azzurra D’Agostino, Gianluca D’Annibali, Nino De Vita, Nelvia Di Monte, Francesco Di Stefano, Lussia Di Uanis, Bianca Dorato, Nicola Duberti, Germana Duca Ruggeri, Carlo Falconi, Anna Maria Farabbi, Renzo Favaron, Assunta Finiguerra, Ulisse Fiolo, Francesco Forlani, Fabio Franzin, Francesco Gabellini, Antonio Gasperini, Francesco Gemini, Gabriele Ghiandoni, Omar Ghiani Saba, Gianfranco Miro Gori, Francesco Granatiero, Franca Grisoni, Barbara Grubissa, Alessandro Guasoni, Biagio Guerrera, Maria Lenti, Rosaria Lo Russo, Canio Loguercio, Andrea Longega, Luigina Lorenzini, Dante Maffia, Gabriella Maleti, Marcello Marciani, Alberto Masala, Mario Mastrangelo, Vincenzo Mastropirro, Maurizio Mattiuzza, Andrea Mazzanti, Gigi Miracol, Marino Monti, Stefano Moratto, Vito Moretti, Giovanni Nadiani, Maurizio Noris, Piero Simon Ostan, Alfredo Panetta, Cetta Petrollo Pagliarani, Salvatore Pagliuca, Dario Pasero, Renato Pennisi, Ugo Pierri, Gabriele Alberto Quadri, Claudio Recalcati, Emilio Rentocchini, Flora Restivo, Vito Riviello, Giuseppe Rosato, Anselmo Roveda, Giacomo Sandron, Flavio Santi, Francesco Sassetto, Marco Scalabrino, F abio Maria Serpilli, Achille Serrao, Nevio Spadoni, Federico Tavan, Annalisa Teodorani, Pier Mattia Tommasino, Marilisa Trevisan, Laura Turci, Giovanni Tuzet, Pier Franco Uliana, Ida Vallerugo, Gian Mario Villalta, Damiano Visentin, Mirko Visentin, Giacomo Vit, Lello Voce, Rosangela Zoppi, Edoardo Zuccato

I curatori

Il cantiere dell’antologia L’Italia a pezzi è stato avviato, in collaborazione con critici letterari ed esperti del settore, dai redattori di Argo Manuel Cohen, Valerio Cuccaroni, Rossella Renzi, Giuseppe Nava e Christian Sinicco (che hanno curato anche l’archivio su Argonline) con lo scopo di realizzare un’opera di poesia che faccia riferimento alle lingue minoritarie e ai dialetti: un’operazione che possa, grazie alla creazione di un archivio permanente e in continuo aggiornamento, rispecchiare nel modo più completo ed esauriente il panorama della produzione delle parlate della poesia contemporanea, presenti sul territorio italiano.

I collaboratori

Nel frattempo, ringraziamo i tanti Autori che ci hanno inviato i loro testi e coloro i quali ci hanno aiutato a raggiungerli e valorizzarli, tra cui Maddalena Bergamin, Vincenzo Morvillo, Alessandro Burbank, Domenico Ingenito, Gianmario LuciniSilvia Rosa, Francesco Terzago e Julian Zhara, che hanno firmato alcune prefazioni, costruendo assieme ai redattori di Argo l’ossatura del progetto de L’Italia a pezzi, nonché un team pronto anche per altre avventure poetiche.

Obiettivi

ll nostro primo intento è offrire una mappatura degli scrittori e delle scrittrici che hanno scelto per i propri versi il dialetto, comprese le varianti idiomatiche del neodialetto e del neovolgare, o la lingua della loro area di appartenenza.

I testi selezionati e le note critiche aggiornate sono pubblicati nell’antologia L’Italia a pezzi, il cui titolo, prima di ogni allusione alla sostanziale e incancellabile pluralità del nostro territorio, vuole essere un omaggio alla rubrica Pezzi di vetro, lo spazio copioso e prezioso che in ogni numero Argo dedica alla poesia.

Archivio virtuale

L’archivio online, strutturato regione per regione, autore per autore, sarà implementato con altri testi, file audio, video e link ipertestuali. Infatti, dopo la pubblicazione dell’antologia, si desidera mantenere vivo l’interesse per la poesia in dialetto e nelle lingue minoritarie, fungendo da osservatorio, in modo tale da aggiornare periodicamente la scena letteraria nel suo farsi. È possibile trovare un’anteprima virtuale qui.

Autoproduzione

Anche stavolta siamo stati fedeli al principio dell’autoproduzione: si potrà quindi prenotare una copia dell’antologia L’Italia a pezzi a 15 euro (anziché 20 euro), spese di spedizione comprese.

Invitiamo le nostre lettrici e i nostri lettori a seguire questo viaggio per l’altra Italia poetica.