Press "Enter" to skip to content

Dave Grusin, An evening with Dave Grusin (2011)

Se negli ultimi quattro decenni avete passato un po’ di tempo nelle sale cinematografiche della vostra città, o se avete trascorso le serate invernali seduti nelle comode poltrone del salotto di casa guardando film alla televisione, allora vi sarete sicuramente imbattuti in alcuni dei capolavori firmati da Dave Grusin. Celebrato per aver composto più di cento colonne sonore che gli hanno valso la bellezza di ben dieci Grammy e un Oscar (per il film Milagro, diretto da Robert Redford), dopo aver sfornato tonnellate di funk e raffinate atmosfere smooth jazz alla guida della sua GRP All-Star Big Band e in compagnia di Lee Ritenour, il pianista, compositore e arrangiatore americano ci propone una serata d’eccezione in compagnia della sua musica con questo nuovo disco registrato dal vivo presso l’Arsht Adrienne Center di Miami, in Florida, nel dicembre 2009. Fanno da sfondo agli arrangiamenti e alle elaborate orchestrazioni ideate da Grusin per la Henry Mancini Institute Orchestra (una compagine strumentale composta da settantacinque elementi), le straordinarie collaborazioni da sogno con Jon Secada, Patti Austin, Monica Mancini, Gary Burton, Arturo Sandoval, Nestor Torres e Sammy Figueroa.

L’album fa parte della serie Jazz Roots e raccoglie dodici brani che coinvolgono composizioni dello stesso Grusin (immancabile Memphis Stomp, dal pluripremiato film The Firm, di Sydney Pollack) accanto a numerosi classici del Novecento musicale targato stelle e strisce quali CoolSomewhere e una caraibica I Feel Pretty del duo Bernstein/Sondheim (e forse non è un caso, dopotutto, se quest’ultimo fu allievo di Milton Babbitt). Ma non mancano neanche la celeberrima Maria (a chi altri pensate che si sia ispirato Santana per la sua Maria Maria se non alla protagonista di West Side Story?) e pagine tratte dal repertorio di Gershwin (Bess, You Is My Woman Now) e di Henry Mancini (Peter Gunn e Moon River, quest’ultima proposta in un arrangiamento originale dell’autore), oltre a un’ironica versione di Makin’ Whoopee con Patti Austin. «Questa registrazione è stata una grande occasione per rivisitare alcuni dei miei precedenti lavori per i film» – afferma Grusin – «così come per interpretare musiche di George Gershwin e brani tratti da West Side Story di Leonard Bernstein, due giganti tra i compositori americani. Inoltre sono particolarmente affezionato alle canzoni di Henry Mancini».

La produzione di Larry Rosen – con cui nel 1982 il compositore aveva fondato la GRP Record, una delle più popolari etichette del genere definito New Adult Contemporary (la label annoverava tra le sue fila artisti del calibro di David Benoit, The Rippingtons, Spyro Gyra e Tom Scott, prima di essere ceduta nel 1994 alla MCA Records, che cambierà in seguito nome in Universal Music Group) – ha garantito il successo dell’operazione documentata sia su CD che DVD (disponibile anche in versione Blu-ray). Se potete, non fate mancare alla vostra collezione questa ultima uscita discografica di uno tra i più formidabili artisti jazz, autore sia di autentici capolavori immortalati sui grandi schermi delle multisale (tra le sue composizioni per il cinema ricordiamo le partiture per i film The GraduateThree Days of the CondorOn Golden PondTootsieThe Champ e Milagro Beanfield War), sia di pagine musicali di commento a serie televisive per il piccolo schermo; ne sarete ripagati da una scarica di adrenalina pura e da autentica professionalità.

 

Dave GrusinAn evening with Dave Grusin, Heads Up International (distrib. Egea Records – www.egeamusic.com)

Fratelli Chase / On Golden Pond / Hornpipr Medley / Intro / Makin’ Whoopee / Porgy & Bess Medley / Cool / Somewhere / Suite from The Milagro Beanfield War / Intro / Maria / I Feel Pretty / Moon River / Peter Gunn / Memphis Stomp

 

Paolo Tarsi

Condividi