coffee-table-book-di-alessandro-broggi-con-musiche-di-gianluca-codeghini-0-300x350Si sa, i libri di poesia, specie se di piccoli editori indipendenti (come in questo caso), sono difficilissimi da reperire in giro e ancor meno in libreria. Per quanto si spenda e spanda per farli circolare, a questa sorte è purtroppo condannata anche la ridiviva e vitalissima Transeuropa, la piccola casa editrice indipendente fondata ad Ancona negli anni Ottanta da Pier Vittorio Tondelli e rifondata recentemente da Giulio Milani a Massa, in Toscana, da dove, tra le altre, sta portando avanti una coraggiosa intrapresa con la collana poetica Inaudita, dal titolo autoironico e dalla confezione tipografica lowpop (impaginazione con spillatura al centro e cd allegato). Ecco allora il senso di ripubblicare qui alcune quartine di uno dei volumetti di Inaudita usciti nel 2011, ovvero Coffee-table book di Alessandro Broggi, poeta sperimentale (teniamocelo stretto quest’aggettivo démodé, specie ora che la vague lucreziana comincia a ridargli un senso), affiliato al gruppo GAMMM. Perché i nostri lettori abbiano la possibilità di assaggiare un sorso di questo Coffee-table book, basta dunque spostare il cursore in basso. Se le si volesse poi riassaporare con più calma, sarebbe utile affidarsi ai raggi laser del sodale Marco Giovenale, che ha recensito il libro qui.
Alessandro Broggi
da Coffee-table book
Transeuropa, 2011

[…] what these works of art intend to exhibit is the irrelevance or the speciousness of their content (and –by doing so – the ideology of any content production).

Hal Foster

tenera è la notte

tutto intorno all’opera

progettando in grande

tra sogno e realtà

 

:

 

l’alfabeto dei colori

sinfonia di forme pure

lungo i sentieri del sogno

la visione del domani

 

:

 

i veli del giorno

un segno leggero

un lampo nel buio

oltre l’orizzonte

 

:

 

i segreti dell’armonia

una nuova vita tra i campi

il giardino delle peonie

il paradiso dei maiali

 

:

 

primavera romantica

il mare dentro e fuori

a spasso sotto i portici

la fabbrica dei sogni

 

:

 

le trame dell’eleganza

la quiete nella tempesta

gli oggetti del desiderio

l’arcobaleno in salotto

 

:

 

girotondo di luce

quel che resta del mare

la quiete tra le pietre

la forza del destino

 

:

 

la natura in grigio

le forme dell’acqua

gli incastri del tempo

più vero del vero

 

:

 

a luce riflessa

nel volo degli angeli

di zucchero e miele

nel sole e nel vento