Press "Enter" to skip to content

Antonella Anedda

Antonella Anedda (Anedda-Angioy) è poeta e saggista. Si è occupata a lungo di critica d’arte su quotidiani e riviste..Ha tradotto poeti classici e moderni e scritto testi per musicisti come Paolo Fresu, Dario Minciacchi e, recentemente, per la voce di Rozalie Hirs. Ha collaborato con artisti come Jenny Holzer e Ruggero Savinio. Un suo testo A Lunar Woman, interpretato da Nicoletta Braschi, è andato in scena nel novembre 2012). Tra i suoi ultimi libri di saggi, La vita dei dettagli, Donzelli, 2009. Ha pubbblicato i seguenti libri di poesia:Residenze invernali (Milano, Crocetti, 1992), Notti di pace occidentale, (Roma, Donzelli, 1999), Il catalogo della gioia (Roma, Donzelli, 2003), Dal balcone del corpo (Milano, Mondadori, 2007). Ha ricevuto numerosi riconoscimenti dal Premio Montale al Premio Dessì, dal Premio Pascoli al Viareggio Repaci, per il suo ultimo volume, Salva con nome (Mondadori 2012). Di prossima pubblicazione un testo sulle isole per l’editore Laterza.

 

Limba

Non tenes baùle ‘e istrisinare in supr’e nie
Ma unu cane a trémula in s’iscuriù

Limba-matre ses triste
S’azu s’inniéddigat in sa sartàine

Sa mùghit’anziat
Sos ventos si coffundent.
Eolo survat et Babele s’isparghet.

Fiza-limba tràchitas a ghineperu
Una  tremita tua naschinde
Est ch’astula de livrina in mes’a isteddos

et sas nues, sas nues a sa thurpas fughint
iscanzellande dae chelu onzi zenìas

*
Lingua

Non hai bara da trascinare sulla neve
ma un cane che trema nel buio.

Madre-lingua sei triste
l’aglio si fa nero nel rame

il rombo dal camino sale.
I venti si confondono
Eolo soffia e Babele vive.

Figlia-lingua: scricchioli  a ginepro.
il tuo brivido alla nascita
è un  frammento di tempesta tra i pianeti

e le nuvole, le nuvole ciecamente corrono
cancellando dai cieli ogni genealogia

 

         

image_pdfimage_print
Condividi