Press "Enter" to skip to content

Cantiere magico

Care lettrici e cari lettori,

stiamo per iniziare con voi una nuova avventura, per cui vi dobbiamo dire cosa abbiamo in mente e fornirvi le coordinate, così che possiate partecipare all’esplorazione con noi, senza perderci di vista né d’animo.

Vi diciamo subito che abbiamo deciso di esplorare il territorio oscuro della magia, laddove superstizione, cialtroneria, truffa convivono con l’innegabile capacità umana di decifrare la natura e modificarla, tramite formule (matematiche, chimiche, magiche).

Al termine di questa esplorazione, iniziata in realtà da alcuni mesi, voi vi aspettereste di leggere il 19° numero della rivista Argo, dedicato alla magia. Sappiate che questo numero, impostato secondo i dettami della rivista, potrete leggerlo a puntate, qui, nel sito.

La versione cartacea invece sarà differente. Come sa chi ci segue da tempo o come può scoprire, chi fosse curioso, sfogliando OscenitàID. La materia che amava chiamarsi umanaVIXI e H2O (consultabili qui), gli ultimi numeri di Argo sono romanzi collettivi d’inchiesta.

Ma cos’è, ci chiediamo noi stessi con voi, un romanzo collettivo d’inchiesta?

Forse è ciò che il romanzo è sempre stato, sin dalle sue origini, cioè dal Satyricon di Petronio, L’asino d’oro di Apuleio e, in senso moderno, il Don Chisciotte di Cervantes: la testimonianza di una quête, di una ricerca, di un viaggio di esplorazione.

Il tutto documentato attraverso un mix di racconti, poesie e saggi, ma, nel nostro caso, non ad opera di un solo autore, bensì di un collettivo, per aggiornarlo ai tempi odierni, che per noi devono essere sia soggettivi che cooperativi.

*

Nei numeri citati, tuttavia, nonostante la cornice narrativa, era mantenuto ancora, in parte, il formato rivista. Per l’esplorazione del territorio magico, invece, imposteremo sin dall’inizio il lavoro in modo che il nostro sito rappresenti il cantiere, l’officina, l’atelier en plen air.

Questo sito sarà dunque uno spazio vivo, anche di confronto, dove inizieremo a pubblicare alcuni dei contributi che sono arrivati e ci stanno arrivando. Le pubblicazioni elettroniche  daranno la possibilità di leggere periodicamente quanto stiamo raccogliendo.

E dunque manterranno, nella loro forma di bollettino serrato, il vecchio spirito della rivista cartacea. Mentre Argo, intanto, assumerà ancor più la dimensione di un oggetto narrativo non identificato, amalgama dei contributi in un unico flusso romanzesco, con tempi più distesi.

Dopo aver parlato a lungo e in maniera dialettica di questa ennesima metamorfosi all’interno del collettivo redazionale, il desiderio di dare vita a un nuovo processo creativo, che miri a coniugare arte, magia e scienza, ha prevalso.

Voi potrete seguire le fasi di costruzione dell’opera, che iniziamo qui e ora, leggendo le puntate pubblicate finora. Inoltre, se lo desiderate, potrete lavorare, da volontari come noi, nel cantiere magico, con critiche, proposte e contributi, scrivendo a: argo@argonline.it


Di seguito i contributi che sono stati pubblicati online.

Se non credo non vedo. La medicina tra scienza e magia | Saggio – di Massimo Collina

Lo Strego | Racconto – di Sandro Campani

La drogata | Racconto – di Fulvio Abbate

Come la magia salvò la mia adolescenza | Bioprosa – di Francesca Matteoni

Verzaubert, verhext: la magia nella letteratura di lingua tedesca | Saggio – di Anna Maria Curci

Poesie inedite – di Mariangela Gualtieri

Gli stregoni del blues | Saggio – di Samuel Manzoni

Ma.Gi.Ca | Racconto – di Francesco Filia

Magic Experience Design | Saggio di Mariano Tomatis

Tremate, le streghe son ri-tornate? | Saggio di Chiara Cretella

Il più grande maleficio che io abbia mai visto | Racconto di Antonio Paolacci

Poesie – di Furio Pillan

Nella vasca c’era un pescegatto | Racconto di Enrico Macioci

Il Geologio: un mezzo magico per la rivoluzione | Saggio di Valerio Cuccaroni

Pozioni magiche | Intervista a cura di Valerio Cuccaroni

Poesie – di Cristiano Poletti

Comala e Macondo. Il teatro del realismo magico | Saggio di Edoardo Demagistri

La Magara I – Lupi mannari e streghe nell’ascolano | Intervista a Giuseppina Recchi

La tua magia | Canzone degli Arbitri elegantiae

“Il cinema è magia” | Saggio di Alessio Galbiati

Altri contributi sono presenti solo nel romanzo collettivo d’inchiesta.


Al termine dell’esplorazione, coordinata da Valerio Cuccaroni, l’editing dei contributi e la creazione della cornice narrativa è stata affidata da Daniel Agami. Le cornici narrative e i singoli contributi sono introdotti dal Prologo di mAgia: l’avvio del racconto che lega fra loro le avventure di medici, poete, narratori, musicisti, saggisti e bambini, anticipate in molti casi qui di seguito.



         

image_pdfimage_print
Condividi