KatÀstrofi – Stati di eccezione televisibili è una trasmissione di WebTV dedicata alla poesia, alla letteratura e alle arti in genere presentata da Argo TV e Autoanalfabeta University of Utopia ed ideata da Lello Voce e Valerio Cuccaroni che va in onda ufficialmente ogni mercoledì alle 18:00. Inoltre, da oggi alle 17:30 fino alle 18:00 sarà possibile partecipare alla discussione per un confronto preliminare. In questa mezz’ora di pre-KatÀstrofi avremo un ospite speciale, Thomas Zandegiacomo Del Bel, direttore artistico dello ZEBRA Poetry Film Festival.

La trasmissione in diretta verrà inserita qui di seguito:

 

Gli ospiti di questa puntata sono Maria Grazia Calandrone, Adriano Padua, Fabrizio Venerandi, Marco Giovenale, Rosaria Lo Russo. Si confronteranno sul tema “il virus è un linguaggio?”.

 


 

Ospiti della puntata

 

 

Marco Giovenale editor e traduttore, vive a Roma. Tiene corsi di poesia contemporanea presso l’università popolare Upter, dove è anche coordinatore del Centro di poesia e scritture contemporanee.
Nel 2006 ha fondato ed è tutt’ora redattore del sito di scritture di ricerca http://gammm.org. È tra i collaboratori di «alfabeta2», «l’immaginazione», http://www.rivistasegno.eu, http://scriptjr.nl/. Cura la collana “SYN – scritture di ricerca” per le edizioni IkonaLíber. Tra i libri di poesia: Criterio dei vetri (Oèdipus, 2007), La casa esposta (Le Lettere, 2007) Shelter (Donzelli, 2010), Storia dei minuti (Transeuropa, 2010), Maniera nera (Aragno, 2015, collana ‘i domani’), Strettoie (Arcipelago Itaca, 2017, Premio Feronia 2017). Prose nei libri Quasi tutti (2010, ediz. definitiva Miraggi 2018) e Il paziente crede di essere (Gorilla Sapiens, 2016). Testi in inglese: a gunless tea (Dusie, 2007), CDK (Tir-aux-pigeons, 2009), anachromisms (Ahsahta Press, 2014), white while (Gauss PDF, 2014). Come artista, libri di “scrittura asemantica”: Sibille asemantiche (La camera verde, 2008), Asemic Sibyls (Red Fox Press, 2013). Sue poesie e prose sono antologizzate in Parola plurale (Sossella, 2005), Nono quaderno di poesia contemporanea (Marcos y Marcos, 2007), Poesia degli anni Zero (Ponte Sisto, 2011). Con i redattori di gammm è nel libro collettivo Prosa in prosa (Le Lettere, 2009). Per Sossella nel 2008 ha curato una ampia raccolta antologica di testi di Roberto Roversi. Ha tradotto Billy the Kid, di Jack Spicer, per le edizioni della Camera verde, a cura di Paul Vangelisti. Il suo sito è http://slowforward.net

 

Come dire? Sparsamente (ecco): così ha detto.
Di cosa? Lo ha detto, rattrappendo lo sguardo su una parte
propria non chiara, dell’aspetto.
Che (aggiungeva uscendo) è anche già
un’attenuazione, quasi, del nome.

 


 


Maria Grazia Calandrone è poetessa, scrittrice, giornalista, drammaturga, autrice e conduttrice Rai, scrive per «Corriere della Sera» e «7» ed è regista per «Corriere TV» dei videoreportage sull’accoglienza ai migranti “I volontari” e “Viaggio in una guerra non finita”, su Sarajevo. Tiene laboratori di poesia in scuole pubbliche, carceri, DSM. Premi Montale, Pasolini, Trivio, Europa, Dessì e Napoli per la poesia.
Ultimi libri: Serie fossile (Crocetti 2015 – rosa Viareggio), Gli Scomparsi – storie da “Chi l’ha visto?” (pordenonelegge 2016), Il bene morale (Crocetti 2017), Giardino della gioia (Mondadori 2019), le traduzioni Fossils (SurVision, Ireland 2018) e l’antologia araba Questo corpo, questa luce (Almutawassit Books, Damasco 2019) e Per voce sola, raccolta di monologhi teatrali, disegni e fotografie, con cd di Sonia Bergamasco. Porta in scena i videoconcerti Senza bagaglio e Corpo reale. Sue sillogi compaiono in antologie e riviste di numerosi paesi.

 

“Salmo” di Paul Celan spiegato ai ragazzi da MG Calandrone

 


 

 

Fabrizio Venerandi è scrittore, poeta e programmatore. Con Alessandro Uber ha scritto nel 1989 il primo videogioco multiutente online italiano, Necronomicon. Ha pubblicato testi di narrativa, poesia, saggistica e diversi lavori di letteratura elettronica.

Tra i più recenti, Poesie Elettroniche (2016), Mens e il regno di Axum (2018), Guida all’immaginario nerd (2019), Il mio prossimo romanzo (2017).

Su Quintadicopertina.it è possibile visualizzare una poesia elettronica di Fabrizio Venerandi. Segui il link: [poesia che ogni cosa distrugge]

 


 

 

Rosaria Lo Russo (Firenze, 1964) è poeta, lettrice-performer, traduttrice, saggista, voce recitante, attrice e insegna letteratura e lettura di poesia ad alta voce a Firenze, dove vive e lavora.
Si occupa di poesia e di teatro e dei rapporti fra le due arti, di drammaturgia, letteratura teatrale e letteratura comparata moderne e contemporanee. Si è laureata in Lettere Moderne presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Firenze, discutendo una tesi in Storia dello Spettacolo dal titolo La protagonista di Pirandello. Miti, personaggi e ruoli, vincitrice nel 1992 del “Premio Nazionale Luigi Pirandello” bandito dal Centro Nazionale di Studi Pirandelliani di Agrigento.
Le sue poesie sono state tradotte e pubblicate in inglese, francese, spagnolo, tedesco, giapponese, cinese.

 

Potete ascoltare S p a s i m o di Rosaria Lo Russo seguendo questo link: https://femminafonica.bandcamp.com/album/s-p-a-s-i-m-o?fbclid=IwAR2kMOn_Xu7lWOan_YxH5Cm0knifwozECUfTm6WopzWsAMhgEon-3nem9Og

 


 

 

Adriano Padua (Ragusa 1978) vive a Roma. Laureato in Sociologia della Letteratura a Siena, lavora nel campo della comunicazione e dell’informazione. Ha pubblicato numerose opere poetiche tra cui Le parole cadute (d’if 2009), Alfabeto provvisorio delle cose (Arcipelago 2009), La presenza del vedere (Polimata 2010), Schema. Parti del poema (d’if 2012). Esegue performance in collaborazione con dj, musicisti, videoartisti.

 

inizia tutto da un trauma improvviso
che non gli era concesso raccontare
con le parole a sua disposizione
inutili nel loro senso innocuo
segni in cui si traducono nevrosi
per esercizio sterile di stile
e fuori la città è un laboratorio
di esperimenti sugli inconsapevoli
rinchiusi in gabbie di cemento armato
i letti bruciano dentro le case
la strada aspetta che tutto si compia
è il solo tramite per continuare
ricominciando un viaggio mai finito
lungo un tragitto ancora sconosciuto


Sitografia

 

[IN AGGIORNAMENTO]

 


 

Crediti

Curatori: Valerio Cuccaroni e Lello Voce

Regia di Corrado Foffi e Giulia Coralli

Produzione: Andrea Capodimonte

Segreteria di redazione: Annalisa Prestianni, Wissal Houbabi

Social-Network: Annalisa Prestianni

Ufficio Stampa: Valeria Memè

Musiche originali di Frank Nemola e Loris Cericola

Grafica: Francesca Torelli

Sigla di Corrado Foffi

PJ set di Luigi Socci. Montaggio: Emanuele Mochi. Testi: Edoardo Sanguineti

Primo contributo video di Monosportiva Galli Dal Pan – Ta Ta Ta, lyric video di Tommaso Giacomin

Secondo contributo video di Manuel Vilarinho, tratto dalla poesia di Mário Henrique Leiria – „Chamada Geral“

Si ringraziano Thomas Zandegiacomo Del Bel, Francesca Gironi, Clara Giangaspero, Gabriele Palazzo, Giacomo Alessandrini

Media Partner: Radio Fragola, Usmaradio

In collaborazione con Zebra Poetry Festival, La Punta della Lingua e Corto Dorico