Nicola Jappelli, Guitar Music – Andrea Dieci, chitarra (Brilliant Classics)

Dopo due dischi dedicati all’opera completa per chitarra sola di Tōru Takemitsu e Heitor Villa-Lobos, il chitarrista Andrea Dieci presenta una monografia dedicata questa volta al compositore, anche lui chitarrista, Nicola Jappelli. I brani in questione coprono un arco temporale di sedici anni e riflettono i diversi periodi compositivi attraversati dal giovane musicista che si è perfezionato con Leo Brouwer.

Nicola Jappelli Guitar Music (Brilliant Classics)

Il linguaggio di Jappelli abbraccia vari elementi stilistici e sono presenti nella sua produzione idiomi riconducibili a differenti epoche storiche. Si va dal breve interludio Luglio ’95 (1995) e l’omaggio a Shostakovich di Orizzonte ad Est (1998) fino al notturno Overshadow (2011), l’opera più recente di questa raccolta. Fly Far Away (2010) è per due chitarre ed è eseguito in duo con l’autore, mentre le Sei intonazioni (2010) profumano della musica organistica del Cinquecento, in particolare di Andrea e Giovanni Gabrieli. Un altro protagonista della musica per organo, César Franck, è il punto di riferimento di Sharp Outlines (2007). La struttura del brano si basa su un frammento del Prélude, Choral et Fugue (lo spunto questa volta viene da una pagina per pianoforte) e fa parte di un trittico dedicato a Dieci che include Light Frameworks (2002) e Sectional Drawings (2004).

Paolo Tarsi