Press "Enter" to skip to content

Piero Simon Ostan

Piero Simon Ostan è nato nel 1979 a Portogruaro, dove vive. Nell’ottobre 2006 pubblica per Campanotto editore la sua silloge d’esordio Il salto del salvavita, con prefazione del poeta Giacomo Vit. Nel 2011 pubblica il suo secondo libro Pieghevole per pendolare precario per Le Voci della Luna con prefazione di Gian Mario Villalta. Fa parte dell’Associazione Culturale Porto dei Benandanti di Portogruaro con la quale organizza eventi culturali come il Piccolo festival di poesia: Notturni Di_Versi eOrchestrazione. E’ insegnante di lettere nelle scuole medie.

da Pieghevole per pendolare precario
Dopo l’iter degli studi
E’ giornata d’andarci a Venezia
portarse drio la morosa
pagarci il biglietto
la bottiglietta d’acqua spartirla
uniformarle le pupille
nella stessa rotta
di là dal finestrino.
I conti in tasca farseli
dei soldi racimolati
nel salvadanaio sotterrato
sperando germogli
prima o poi in un baleno
il momento propizio del mutuo,
risalga la china l’inflazione,
cali il prezzo del mattone,
si faccia matura la terra
si scrollino di dosso le mani
aggrappate sua cotoa
dea mama.
Per adesso ci si accontenti
di sfogliare il depliant
delle mobilie in saldo di
selezionare la zona
che convenga.
Par adess contentarse
de ṡogar a farse l’amor
come durante le scuole superiori
nel labirinto di calli
senza Minotauro
dirigendosi motivati a
recuperare il libretto
della specializzazione
e con la scusa
strenserse la man
de sora rialto
gramparse ai grissui
della frase:
con nostro figlio
un giorno
ci verremo
in gondola
Note: portarse drio la morosa=portarsi dietro la ragazza; sua cotoa dea mama= sulla gonna della mamma; Par adess contentarse de ṡogar a farse l’amor = per adesso ci si accontenti di fare l’amore; strenserse la man de sora rialto= stringersi la mano sopra Rialto; gramparse ai grissui = aggrapparsi ai brividi.
         

image_pdfimage_print
Condividi